LED

Salve, oggi parleremo di questa tecnologia, dove il suo nome è ormai presente da diversi anni nella vita quotidiana di tutti noi.

Acronimo di Light Emitting Diode, è un dispositivo che sfrutta la capacità di alcuni materiali di produrre luce,attraverso un fenomeno di emissione spontanea,quando sono attraversati da una corrente elettrica.

Il campo in cui è maggiormente impiegata oggi questa tecnologia è l’illuminotecnica, dove raggiunge il massimo di efficienza come emissione luminosa e come risparmio energetico. Partendo da questo principio, poi, si è applicata in altri settori come la costruzione e la realizzazione di schermi e televisori a LED surclassando di netto i vecchi televisori a tubo catodico come efficienza in qualità di riproduzione dei colori e conseguentemente dell’immagine su schermo, sia in dimensioni sempre più compatte, arrivando alla tecnologia OLED, ovvero Organic LED, dando vita a schermi di dimensioni ridottissime equiparate a fogli di carta, mai viste prima.

Noi, ci concentreremo sul campo dell’illuminotecnica, dato che questo noi trattiamo.

Inizialmente i primi LED incominciarono ad invadere il mercato dell’elettronica intorno agli anni “80, basandosi sui famosi display a 7 segmenti che tutti noi abbiamo presente, basti pensare alle radio sveglie, orologi digitali, contatori e numeratori di file, display nei giochi delle sale bar tipo Flipper ecc…

Poi successivamente negli anni 90 nei più comuni e molteplici dispositivi elettronici, giochi, accessori alimentati a batterie, come lucine di “avviso” esempio: presenza alimentazione della TV, del telecomando del nostro cancello, in un gioco alimentato a batteria segnalando la sua imminente scarica, e così via.

Parliamo di ELETTRONICA, ovvero di piccola luce alimentata da una piccola corrente in grado di accendere una singola luce per i più svariati scopi.

Intorno agli anni 2000, gli studi sul LED si incentrarono moltissimo sulla possibilità di emissione sempre maggiore sul colore della luce, dal rosso, al verde, giallo, blu, bianco, aumentando la tensione di alimentazione di questi dispositivi, fin che questi studi, si evolsero nel sostituire il classico sistema di illuminazione, ovvero la lampadine. Accorgendosi del minor consumo in termini di potenza, di calore e di conseguenza, un elevato risparmio energetico, si concentrarono,ottenendo sempre di più una emissione luminosa equivalente alla classica lampadina, fino ad oggi in cui troviamo lampadine costruite con tecnologia LED, fari di illuminazione, lampadari, applique, faretti, piantane, lampade da tavolo, luci di natale,strisce illuminate per effetti luminosi in molteplici ambienti, anche delicati, dove magari serve una determinata e specifica quantità di luce. Non dimenticandoci di menzionare i fantastici effetti luminosi creati dal LED RGB dove si ha la possibilità di emissione luminosa nei 3 colori base, ovvero rosso, verde, e blu, così mescolandoli tra loro di possono creare 255 tipi di graduazioni colorate.

Insomma, una tecnologia rivoluzionaria, ancora in fase di sviluppo nel perfezionare e migliorare ciò che si è scoperto fino ad oggi, destinata ormai alla ribalta per moltissimi anni ancora.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *